Home / Sport / Calcio / Champions League 2013/2014, calendario e organizzazione

Champions League 2013/2014, calendario e organizzazione

calendario champions league 2013/2014

Anche se le nostre squadre sono in vacanza, la Champions League 2013/2014 è già cominciata. I club italiani saranno impegnati solo in un secondo momento, verso la fine dell’estate a campionato ormai iniziato grazie ad un alto punteggio nel ranking Uefa che ci fa essere al quarto posto, ma in questi giorni alcune squadre sono già in campo. A rappresentare l’Italia ci saranno Juventus e Napoli che sono già qualificate per la fase a gironi, più il Milan che disputerà i play-offs, peraltro come testa di serie. Ma vediamo il calendario e l’organizzazione di questa edizione della Champions League.

Primo turno: il primo turno vede affrontarsi soltanto quattro squadre, quelle con il ranking più basso, ovvero i club vincitori dei campionati di San Marino, Far Oer, Andorra e Armenia. Le partite si disputano il 2 ed il 9 luglio con la classica formula dell’andata e ritorno.

Secondo turno: in questa fase, che si disputa tra il 16-17 luglio e 23-24 luglio, cominciano ad entrare in gioco anche alcuni club di nazioni più importanti come gli scozzesi del Celtic, i croati della Dinamo Zagabria, o i rumeni dello Steaua Bucarest. In tutto sono presenti 32 squadre più le due vincitrici del primo turno.

Terzo turno: qui l’asticella della difficoltà si alza ancora di più. Passano a questa fase infatti tutte le squadre che vincono i loro scontri diretti nel secondo turno, e vi si aggiungono altri 3 club di seconda fascia: Basilea, Apoel Nicosia e Austria Vienna, e altri 10 di prima fascia tra i quali spiccano squadre importanti come Lione, Zenit e Psv Eindhoven. Per decidere le sfide ci sarà un sorteggio e le squadre di prima fascia non potranno incontrarsi tra di loro. Gli incontri si tengono il 30-31 luglio ed il 6-7 agosto.

Play-Offs: chi vince il suo scontro diretto in queste partite passa ai play-offs suddivisi in questo modo: 10 teste di serie contro 10 squadre di seconda fascia. Tra le teste di serie ci sono Milan, Arsenal, Schalke 04, Real Sociedad e Pacos de Ferreira, a cui si aggiungeranno le 5 squadre che avranno il ranking più elevato e che hanno vinto il terzo turno. In questo caso le gare si terranno il 20-21 agosto per l’andata e quelle di ritorno tutte il 27 agosto.

Fase a gironi: alla fase a gironi accedono le squadre che hanno vinto i play-offs più tutte quelle che risultano già qualificate, come le nostre Juventus e Napoli. In totale ci saranno 32 club suddivisi in 4 fasce che daranno vita ad 8 gruppi. Il sorteggio avverrà il 29 agosto e non permette che due squadre della stessa nazione si ritrovino nello stesso girone. Dopo le sfide di andata e ritorno, passano il turno soltanto le prime due di ogni girone mentre la terza retrocede in Europa League e la quarta viene eliminata del tutto. Queste le date delle varie partite dei gironi:

  • 17-18 settembre
  • 1-2 ottobre
  • 22-23 ottobre
  • 5-6 novembre
  • 26-27 novembre
  • 10-11 dicembre

Ottavi di finale: a questa fase accedono soltanto le prime due classificate degli otto gironi. Secondo il regolamento le prime possono scontrarsi con le seconde ma mai contro altre prime classificate, ed inoltre due squadre della stessa nazionalità non possono incontrarsi. Le date saranno 18-19 febbraio e 25-26 febbraio per le gare d’andata, 11-12 marzo e 18-19 marzo per quelle di ritorno.

Quarti di finale: in questa fase per la prima volta si possono scontrare anche squadre della stessa nazionalità. Vi accedono i club che vincono gli ottavi di finale e non c’è più alcun tipo di distinzione nel sorteggio. Le partite d’andata si terranno 1-2 aprile e 8-9 aprile.

Semifinale: vi accede chi vince i quarti di finale e gli accoppiamenti avvengono per sorteggio. Le gare d’andata saranno il 22-23 aprile, quelle di ritorno il 29-30 aprile.

Finale: approdano in finale i vincitori delle due semifinali. Questa è l’unica partita secca (senza ritorno) e si disputerà il 24 maggio a Lisbona.

Foto: Champions League su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

ranking uefa

Ranking UEFA 2017: l’Italia punta al secondo posto

Il ranking UEFA aggiornato alla fine del 2017 sorride all'Italia, mai così in alto da 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.