Home / Attualità / Politica / Berlusconi annuncia: “si torna a Forza Italia”

Berlusconi annuncia: “si torna a Forza Italia”

berlusconi forza italia

Dopo l’ultima sconfitta alle elezioni il Pdl ha capito che era il momento di cambiare qualcosa, e le proposte erano tante. A quanto pare ha “vinto” in un certo senso quella della sottosegretaria Biancofiore che aveva proposto di creare una bad company ed una good company. La good company si chiamerà Forza Italia, e sarà formata dai fedelissimi del Cavaliere. Per intenderci i vari Santanché, Cicchitto e gli altri che sono disponibili a gettarsi nel fuoco per lui; il Pdl invece resterà in vita e sarà la “bad company”, formata da tutti gli altri, quindi gli ex An, quelli che vorrebbero un cambio di generazione al vertice del partito, o semplicemente quelli che hanno un’ispirazione politica di destra ma non sono “Berlusconiani”.

Anche se non in termini così chiari, è quello che ha lasciato capire proprio ieri sera Berlusconi intervistato dal TG1, dove ha detto che ritornerà a guidare Forza Italia, ma che il Pdl continuerà ad esistere e sarà un alleato fedele. Per la precisione il Pdl sarà l’intera coalizione di centrodestra, secondo le parole del Cavaliere, che non sembra comunque avere le idee chiarissime. L’unico punto certo è che lui resterà il capo, ed è ciò che conta.

La dimostrazione che questa scelta sia più personale che politica diventa chiara considerando i tempi con cui questo annuncio è stato fatto. All’indomani del flop alle elezioni amministrative, dove il Pdl ha perso ovunque, Berlusconi è rimasto in silenzio. La decisione di questa rivoluzione è arrivata però pochi giorni dopo la sentenza sul caso Ruby in cui è stato condannato al carcere e all’interdizione dai pubblici uffici. La chimera dell’impossibilità di fare politica è insostenibile, e così Berlusconi ora tenta di fare qualsiasi cosa in suo potere per poter rinascere.

Non è ancora politicamente forte a tal punto da far cadere il Governo. Sa benissimo che in questo momento di fragilità non conviene né al Paese né a lui stesso perché non è sicuro di vincere alle elezioni. Ma è certo che sta pensando di ripartire in un altro modo per costruire una futura vittoria, prima che le condanne diventino definitive. Vedremo se il semplice cambio di nome sarà sufficiente a salvarlo politicamente e giudiziariamente.

Foto: Forza Italia su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

liberi e uguali

Liberi e Uguali: il programma per le elezioni 2018

Il lavoro è il principale punto del programma di Liberi e Uguali: i dettagli nella dichiarazione d'intenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.