Home / Attualità / Politica / Comuni al voto 2017: tutte le città impegnate nelle elezioni amministrative

Comuni al voto 2017: tutte le città impegnate nelle elezioni amministrative

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Comuni al voto 2017

L’11 giugno 2017 si terranno le elezioni amministrative in Italia. A differenza del solito, quando il voto è accompagnato da una scia di clamore, stavolta sta scorrendo tutto abbastanza sotto silenzio. I Comuni al voto 2017 sono poco più di un migliaio, per la precisione 1012, pochi quelli grandi. L’unico Comune metropolitano al voto è quello di Palermo. Ma vediamo in quali città si andrà a votare tra un mese.

Comuni al voto 2017: le città principali

Come detto, tra i Comuni al voto 2017 il più grande è senza dubbio Palermo. Il capoluogo siciliano arriva al voto nella completa bufera vista la confusione che regna tra i partiti. Il sindaco uscente, Leoluca Orlando, fa parte di un partito che ormai non esiste quasi più, l’Italia dei Valori. E infatti si presenterà in una sorta di coalizione di Centro-Sinistra non supportata dal PD ma da numerose Liste Civiche. Contro avrà ben 7 contendenti, tra i quali anche il suo ex delfino Ferrandelli che verrà sostenuto dai partiti di Centro-Destra.

La seconda città più grande al voto è quella di Genova, attualmente guidata da Marco Doria che però non si ricandiderà, anche se ha dichiarato di voler restare in cabina di regia. Tra i grandi Comuni spicca anche Verona, guidata dallo storico sindaco Flavio Tosi. Qui la scelta del primo cittadino è stata originale: non si ricandiderà, ma appoggerà la candidatura di Patrizia Bisinella, che attualmente risulta essere la sua compagna. E aspetto ancor più sorprendente, la Bisinella non fa parte della Lega Nord ma di un partito decisamente distante da quello di Salvini: Fare!

Da segnalare anche, tra i Comuni al voto 2017, che finisce il “regno” di quello che fu il primo sindaco del Movimento 5 Stelle. Parma andrà al voto e termina così il quinquennio di Federico Pizzarotti. Cinque anni in cui è accaduto letteralmente di tutto, compresa l’espulsione del sindaco dal suo partito (pardon, Movimento!). Oggi risulta essere un Indipendente e si presenterà alle elezioni di giugno nella Lista Civica Effetto Parma.

Gli altri Comuni al voto 2017 e alcune curiosità

Altre città sopra i 100 mila abitanti al voto saranno Monza (sindaco uscente Scanagatti, PD), Padova (attualmente sotto commissariamento), Piacenza (Dosi, PD) e Taranto (Stefàno, Sinistra Italiana). Tanti anche i capoluoghi di Regione e di Provincia al voto che però sono sotto i 100 mila abitanti. Parliamo infatti di: Alessandria, Asti, Belluno, Catanzaro, Como, Cuneo, Frosinone, Gorizia, L’Aquila, La Spezia, Lecce, Lodi, Lucca, Oristano, Pistoia, Rieti e Trapani.

Per qualcuno sarà la prima volta al voto. Parliamo del Comune di Mappano, in provincia di Torino, che è stato istituito nel 2013 e che, per lungaggini burocratiche, non ha ancora eletto il proprio sindaco. A questo Comune se ne aggiungono altri 9 che, per la prima volta, si presenteranno uniti per effetto della nuova legge sull’accorpamento dei piccoli Comuni. Infine in cinque località, Cencenighe Agordino (BL), Elva (CN), Faeto (FG), Penna San Giovanni (MC) e San Luca (RC), non si terranno le elezioni per insufficienza delle liste.

Ricordiamo infine che per i Comuni in cui sarà previsto il ballottaggio si tornerà alle urne in data 25 giugno 2017.

Foto: Freeimages

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.