Home / Animali / Il cioccolato fa male a cani e gatti? Dipende

Il cioccolato fa male a cani e gatti? Dipende

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

cioccolato fa male a cani e gatti

Il cioccolato è uno degli alimenti preferiti di quasi l’intera popolazione umana. E a guardarli mangiare, sembra che sia amato anche dagli animali. Ma mentre a noi fa bene, in determinate quantità e qualità, per cani e gatti è diverso. Cerchiamo subito di tranquillizzare i padroncini: se vi cade un pezzetto per terra e Fido vi brucia sul tempo ingoiandolo in un secondo non correte subito dal veterinario. Non è detto che un pezzetto piccolo di cioccolato faccia male al cane o al gatto. D’altra parte, non provate nemmeno a darglielo come ricompensa!

Perché e in quali quantità il cioccolato fa male a cani e gatti

Il cioccolato, tra le altre sostanze che contiene, è ricco di Metilxantine. In particolare queste Metilxantine sono per la maggior parte caffeina e teobromina. Più il cioccolato è fondente, e più ne contiene. Gli animali sono molto più sensibili degli esseri umani a queste sostanze. Ma come dicevamo in precedenza, dipende molto dalla stazza. E molto dipende anche dal tipo di cioccolato. Per esempio un cane che pesa un chilo e mezzo può star male se mangia 200 grammi di cioccolato al latte, oppure 30 grammi di cioccolato extra dark. Di conseguenza se il vostro cane pesa 8 kg non c’è problema se vi sfugge un pezzetto di cioccolata. Ma preoccupatevi se lasciate incustodito un pacco di biscotti al cioccolato. Ancora più attenzione bisogna fare con i gatti che hanno un peso minore e dunque una soglia di tollerabilità più bassa.

Cosa fare se un cane o gatto mangia cioccolata

Se il pet assume una quantità eccessiva di cioccolato (eccessiva per il suo corpo) può mostrare segni di avvelenamento. Essi includono:

  • vomito
  • diarrea
  • aumento della temperatura corporea
  • aumento dei riflessi
  • rigidità muscolare
  • affanno
  • tachicardia
  • pressione bassa
  • convulsioni
  • debolezza
  • problemi cardiaci
  • coma

Quando si lascia una animale libero in casa bisogna fare molta attenzione a qualsiasi tipologia di cibo commestibile che si lascia alla sua portata. I pets sono molto attratti dal cibo che mangiano i loro padroni e non sanno che alcuni tipi possono fargli male. Tra gli altri cibi che contengono caffeina e teobromina (gli stessi componenti tossici del cioccolato) che si trovano facilmente in casa segnaliamo gelato, caramelle, biscotti, wafer, creme varie e frutta secca.

Se il vostro cane o gatto dovesse inghiottire del cioccolato dovete fare due cose: accertarvi approssimativamente della quantità consumata e contattare il proprio veterinario o il centro antiveleni per animali della vostra città. Loro vi daranno le istruzioni necessarie per salvare la vita al vostro amico a quattro zampe.

Foto: Pixabay

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.