Home / Animali / Cani / Cibo per cani: i consigli del veterinario per evitare problemi

Cibo per cani: i consigli del veterinario per evitare problemi

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

cibo per cani evitare malattie consigli

L’alimentazione è fondamentale per la salute dei nostri cani. Oltre a scegliere il cibo per cani più adatto allo stato di di salute, all’età, alla stazza e all’attività fisica che svolge il nostro amico a quattro zampe, è importante seguire altre precauzioni per non incorrere in disturbi passeggeri, problemi e malattie più gravi.

La veterinaria Debra Primovic dalle pagine di Petplace dispensa una serie di consigli per evitare i problemi più comuni, dalle patologie ai malesseri causati dal cibo per cani di scarsa qualità o da cattive abitudini nutrizionali:

  1. Tenete sempre d’occhio le allerte sui prodotti ritirati dal mercato o compromessi emesse dalle autorità sanitarie o dalle stesse aziende produttrici;
  2. Se il vostro cane è stato male dopo aver consumato un determinato prodotto è bene avvisare il veterinario. Una volta accertato che la causa del malessere è dovuta al prodotto è opportuno contattare l’azienda per sollecitare dei controlli e prevenire altri casi;
  3. Scegliete cibo umido e croccantini di buona qualità, evitando le diete casalinghe se non avete le competenze e la costanza per garantire al cane pasti bilanciati e completi di tutti i nutrienti. Il cibo per cani fatto in casa è tra le cause più comuni di carenze nutrizionali o di eccessi alimentari. Una carenza di tiamina o un eccesso di vitamina D sono i rischi più comuni associati a un’alimentazione canina casalinga;
  4. Alimentate il cane solo con prodotti certificati che rispettano le norme sanitarie in vigore e hanno una filiera certa e controllata;
  5. Non acquistate cibo per cani in offerta senza aver prima controllato che sia adatto all’età e allo stile di vita del vostro cane;
  6. Biscotti e altri snack per cani devono essere appropriati alla taglia del cane. A un cane piccolo non dev’essere dato uno snack troppo grande. Anche biscotti troppo piccoli dati in pasto a cani di taglia grande possono rappresentare un rischio per la salute del cane se ingoiati impropriamente;
  7. Gli spuntini fuori pasto dovrebbero essere limitati per evitare obesità e altri problemi di salute come gastrite, vomito e diarrea dovuti a un eccesso di snack ipercalorici;
  8. Non date al cane alimenti e piatti destinati agli umani. Alcuni di questi cibi possono irritare lo stomaco e l’intestino del cane e causare vomito e diarrea;
  9. Evitate di dare ossa al cane. Le ossa cotte si sbriciolano e possono causare fratture ai denti e lesioni alla bocca mentre vengono masticate o al colon e all’apparato digerente dopo essere state ingerite. Anche le ossa crude non sono uno spuntino ideale per il cane perché possono contenere batteri nocivi che causano vomito e diarrea;
  10. Effettuate cambiamenti nella dieta gradualmente, mischiando il nuovo cibo in piccole proporzioni a quello vecchio il primo giorno, passando al 25% il secondo giorno e continuando ad aumentare la porzione del nuovo prodotto nei giorni successivi. La transizione dev’essere effettuata gradualmente perché un cambio repentino della dieta potrebbe causare vomito e diarrea in alcuni cani.
  11. Evitate di alimentare il cane solo con cibo in scatola etichettato come integratore per non esporlo a carenze;
  12. Non date carne cruda al cane senza aver prima chiesto il parere del veterinario;
  13. Non trascurate sintomi come vomito, diarrea e flatulenza. Di tanto in tanto è normale che il cane abbia mal di stomaco, ma se pensate possa trattarsi di più di un semplice malessere passeggero meglio non rischiare e prenotare un controllo.

Fonte: Petplace
Foto: Pixabay

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.