Home / Salute / Oli vegetali: le proprietà e i benefici

Oli vegetali: le proprietà e i benefici

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Oli vegetali proprietà – Oli vegetali benefici

Gli oli vegetali si ricavano da semi o frutti di molte piante, tramite spremitura o per estrazione con solventi. Contengono in prevalenza grassi mono e polinsaturi, alcuni sono ricchi di vitamine liposolubili – soprattutto A e K – e sono una buona fonte naturale di steroli, sostanze note per la loro capacità di ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. Ma quali sono i principali oli vegetali? Quali le loro proprietà e i loro benefici? Ecco alcuni dei più comuni oli vegetali d’impiego alimentare e cosmetico:

Olio di cocco

Ricavato dalla polpa essiccata della noce di cocco, si presenta in forma solida (fonde a 24°C circa) e ha una consistenza simile a quella del burro. È in assoluto la principale fonte alimentare di acido laurico, noto per le sue proprietà antibatteriche e antivirali. L’olio di cocco incontra ampi favori anche in campo cosmetico: l’elevata presenza di acidi grassi ne fa un olio dalle proprietà idratanti, emollienti e protettive, il che lo rende un ingrediente ideale nella formulazione di creme per il viso, trattamenti contro la secchezza dei capelli e oli per massaggi.

Olio di palma

Sempre più preso di mira, l’olio di palma non è però da demonizzare. Per conoscere più da vicino i pareri medico-scientifici sull’argomento, ti consigliamo di leggere, oltre all’intervento dell’ISS (Istituto Superiore di Sanità), l’interessante contributo del dott. Giorno Donegani: Olio di palma fa male?. Rispetto ad altri oli vegetali, quello di palma è più resistente ai fattori ambientali che potrebbero deteriorarlo, pertanto garantisce una migliore conservazione dei prodotti confezionati. Il fatto che raggiunga più lentamente il punto di fumo lo rende poi adatto alla cottura dei cibi, mentre il suo contenuto di acidi grassi a media catena ne fa un alimento facilmente digeribile. Grazie alle sue proprietà nutritive, l’olio di palma è spesso parte di creme specifiche per pelli secche, ma anche di trattamenti o maschere per capelli disidratati e sfibrati. Per conoscere altre proprietà e caratteristiche dell’olio di palma, puoi consultare l’interessante articolo sul sito European Food Information Council.

Olio di colza

L’olio di colza è prodotto dai semi dell’omonima pianta, una crucifera dai fiori giallo brillante. Sebbene, in un primo momento, l’uso alimentare di questo olio non abbia ottenuto grandi consensi (fino al XIX secolo era relegato al solo ruolo di carburante “ecologico”), nel 2006 la FDA ne ha ufficialmente riconosciuto le proprietà, dichiarando che esiste una correlazione fra il suo consumo e la riduzione del rischio di malattie cardiovascolari. La presenza di acido erucico, un lipide cardio-tossico, è infatti controbilanciata dall’elevato contenuto di acido oleico e di acidi grassi essenziali, come gli omega-3 e gli omega-6.

Olio di semi di girasole

Dai semi di girasole si estrae un olio ricco di grassi insaturi, in particolare acido oleico e acido linoleico, utili a tenere a bada il colesterolo “cattivo” (LDL). Ha un altissimo contenuto di vitamina E, la vitamina dal più alto potere antiossidante (100 g di olio contengono circa il 300% della dose giornaliera raccomandata), e contiene minerali come selenio, ferro, fosforo e zinco. L’alta presenza di vitamine e minerali rende l’olio di girasole un buon alleato della bellezza, campo dove è ampiamente utilizzato per le sue proprietà lenitive, anti-acne e contro l’invecchiamento cutaneo, specie quello procurato dai danni del sole.

Olio di semi di soia

Per ottenere l’olio di soia si utilizzano i semi, sottoposti a un articolato processo di lavorazione. Si tratta di un’ottima fonte di vitamine E, K e di steroli vegetali, che inibiscono l’assorbimento del colesterolo, riducendone, di conseguenza, i livelli nel sangue. L’olio di soia grezzo, soprattutto nella sua variante selvatica (Glycine soja), trova spazio anche in cosmesi, in virtù delle sue proprietà emollienti. Svolge infatti una buona azione idratante, contribuendo a migliorare il tono e l’elasticità della pelle, e si dimostra particolarmente efficace nel trattamento delle smagliature.

Foto: veganbanking.net via Wikimedia Commons

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.