Home / Salute / Fitness / Esercizio fisico e raffreddore, è sicuro allenarsi con l’influenza?

Esercizio fisico e raffreddore, è sicuro allenarsi con l’influenza?

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

esercizio fisico e raffreddoreOggi parliamo di esercizio fisico e raffreddore, presentando il parere espresso dai medici della MayoClinic in merito ai potenziali rischi dell’allenamento quando si è colpiti dall’influenza. Un dubbio che attanaglia molte persone che si allenano abitualmente riguarda, infatti, la possibilità di correre o meno quando si è ammalati, svolgendo attività fisica come al solito, senza controindicazioni che compromettano la guarigione e senza rischi per la salute.

Quando si è affetti dall’influenza, sintomi come la tosse, il raffreddore, il mal di gola, i dolori articolari e la spossatezza possono spingere chi si allena a desistere spontaneamente dall’abituale corsa o sessione di allenamento in palestra. Il dottor Edward R. Laskowski spiega che in presenza di un raffreddore lieve ed in assenza di febbre non ci sono particolari controindicazioni nel continuare ad allenarsi, a patto che si tratti di un’attività fisica meno intensa, da lieve a moderata.

In alcuni casi chi ha un lieve raffreddore può addirittura trarre giovamento dalla corsa perché le vie nasali ostruite si liberano temporaneamente durante l’esercizio fisico, offrendo un momentaneo sollievo. Per capire se è il caso di allenarsi o meno quando si ha l’influenza, l’esperto suggerisce di tenere a mente questa miniguida:

  • Sì all’allenamento se i sintomi dell’influenza interessano l’area del corpo superiore alla gola: mal di testa, naso che cola, raffreddore, starnuti, lieve mal di gola, congestione nasale. In questo caso è opportuno però ridurre comunque l’intensità e la durata dell’allenamento, invece di correre si potrebbe fare, ad esempio, una passeggiata a passo veloce.
  • No all’esercizio fisico se i sintomi dell’influenza interessano l’area al di sotto della gola: mal di stomaco, congestione del torace, tosse. Inoltre, non bisognerebbe esercitarsi in presenza di febbre, dolori muscolari diffusi e senso di stanchezza.

Queste precauzioni sono basilari ed universali, ma il dottor Laskowski raccomanda ad ognuno di imparare ad ascoltare il proprio corpo, interpretandone esigenze e bisogni. Chi ha un forte raffreddore e si sente a pezzi fisicamente, non dovrebbe costringere il proprio corpo ad estenuanti allenamenti. Non bisogna preoccuparsi troppo per la pausa dall’allenamento. Pochi giorni di riposo, senza correre o andare in palestra, non influiranno molto sulle prestazioni atletiche e si potrà recuperare in breve tempo al solito ritmo di sempre, una volta perfettamente guariti.

Man mano che ci si sente meglio, si può gradualmente riprendere l’allenamento, partendo con sessioni più brevi e di lieve intensità. Parlate con il vostro medico di famiglia, prima di ricominciare ad allenarvi, perché è sempre opportuno controllare che sia tutto nella norma, prima di sottoporre il fisico stremato dall’influenza ad un intenso allenamento.

Chi decide di allenarsi con il raffreddore e gli altri sintomi dell’influenza dalla gola in sù, dovrebbe comunque ridurre l’intensità e la durata dell’esercizio fisico per precauzione. Esercitarsi al solito ritmo intenso quando si hanno sintomi anche gravi dell’influenza può comportare dei rischi non trascurabili, causando infortuni, indebolendo l’organismo e  favorendo l’insorgenza di malattie.

Fonte: Exercise and illness: Work out with a cold? – MayoClinic
Foto: © Thinkstock

Disclaimer

Potrebbe interessarti anche:

ritenzione idrica aumento di peso

Esercizio fisico e aumento di peso, cause e soluzioni

Perché la bilancia segna un aumento di peso anche se si sta facendo attività fisica? Ecco sei fattori che incidono su esercizio fisico e aumento di peso.

banane esercizio fisico

Esercizio fisico dopo mangiato, cosa mangiare prima di un allenamento

Si può fare esercizio fisico dopo mangiato? E cosa è meglio consumare prima di allenarsi? Le risposte dei personal trainer e i consigli dei medici.

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.