Parvovirus nel cane, sintomi e cura

Scritto da il 10 settembre, 2013

parvovirus nel caneIl parvovirus nel cane può insediarsi a qualsiasi età del cucciolo, ma è molto raro che si presenti oltre i 14 mesi. La parvovirosi è una malattia virale che può insorgere anche quando il cane è stato vaccinato. I cani più a rischio sono quelli che stanno spesso all’aperto e vengono a contatto con altri cani, questo perché il parvovirus si trasmette attraverso le feci degli altri cani infetti.

Il virus cresce e si sviluppa velocemente nelle cellule a riproduzione rapida, come quelle del rivestimento intestinale. Il parvo attacca e uccide le cellule, fino a provocare conseguenze fatali per il cane come la morte. Inoltre il parvovirus intacca anche i globuli bianchi, indebolendo il sistema immunitario del cane ed esponendo il cucciolo ad infezioni secondarie. Il virus può in aggiunta intaccare il muscolo cardiaco, provocando danni anche gravi e compromettendo la funzionalità del cuore del cane.

Per evitare conseguenze irreversibili e scongiurare il peggio, è bene sapere quali sintomi provoca la parvovirosi nel cane per poter intervenire tempestivamente con la cura appropriata. I segnali spia del parvovirus nel cane più comuni includono:

  • diarrea con sanguinamento;
  • letargia;
  • vomito;
  • depressione;
  • dolore durante la defecazione;
  • perdita di appetito;
  • febbre.

Il veterinario effettua una diagnosi basandosi sui sintomi e sull’analisi delle feci del cane. Tuttavia, se il vostro cane è stato vaccinato di recente contro il parvovirus, i risultati potrebbero restituire un falso positivo. Se si manifestano i sintomi tipici della parvovirosi e il test è positivo, il veterinario può decidere di somministrare la terapia al cucciolo anche se è stato vaccinato di recente. La cura include una terapia a base di fluidi colloidali, sieri e fluidi tradizionali. Per trattare e prevenire le infezioni secondarie il veterinario può prescrivere l’antibiotico amoxicillina.

Per prevenire la parvovirosi, oltre alla vaccinazione, è bene fortificare il sistema immunitario del cucciolo. Parlatene con il vostro veterinario. Più il cucciolo è forte e sano e maggiori saranno le probabilità di sconfiggere eventuali infezioni secondarie. Riguardo alle speranza di sopravvivenza di un cucciolo colpito dal Parvovirus, la buona notizia è che circa l’80% dei cuccioli curati tempestivamente si salva. Senza cure appropriate nell’80% dei casi il cane va incontro ad una morte certa. Dunque non indugiate e portate subito il vostro cucciolo dal veterinario se mostra uno dei sintomi del Parvovirus sopraelencati.

Fonte: Parvovirus in dogs – Dogster
Foto: © Thinkstock

Disclaimer

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>